Come evitare gli sprechi di energia nella gestione di case vacanza

Ogni host che si rispetti deve trovare il modo giusto per evitare gli sprechi di energia nella gestione di case vacanza. Naturalmente sarà importante utilizzare il miglior approccio con gli ospiti: fargli capire in modo chiaro e preciso il concetto ma sempre con gentilezza e con la massima collaborazione.

A chi non è mai capitato, durante la gestione di affitti turistici, di entrare nell’appartamento dopo il checkout degli e notare le luci accese, il condizionatore al massimo e addirittura l’acqua che scorre in bagno?

Ad esempio, lasciare il condizionatore in funzione o l’acqua aperta quando all’interno della casa vacanze non c’è nessuno è un enorme spreco di soldi. Senza dimenticare, considerando la gestione delle risorse energetiche, l’enorme danno ambientale che viene prodotto.

Tuttavia sorge un un problema:  come comunicare agli ospiti di stare più attenti e di non sprecare risorse preziose?

Comunicare con gli ospiti senza creare un clima di tensione

Durante la gestione di appartamenti turistici l’host non deve mai:

  • Entrare di nascosto in casa per controllare gli interruttori e spegnere i vari elettrodomestici o luci  lasciate accese. Si tratta di una vera e propria  violazione della privacy degli ospiti;
  • “Inondare” di sms o messaggi whatsapp gli ospiti, ricordando loro la parsimonia nell’utilizzare le risorse energetiche della struttura;
  • Installare degli interruttori, ad esempio per il condizionatore, a pagamento, ovvero attivabili solo su richiesta esplicita;

La strategia “dell’utilizzo dei cartelli”

L’utilizzo di appositi cartelli informativi, sulla falsariga di quelli utilizzati all’interno degli alberghi, si può adottare anche nella gestione di case vacanze. D’altra parte c’è una ragione  di funzionalità se da diversi anni quasi tutti gli hotel hanno introdotto questo tipo di messaggi.

Ad esempio è stato provato che la maggior parte degli ospiti tende ad utilizzare gli asciugamani per più giorni anzichè gettarli nella vasca chiedendo il cambio ogni giorno. Ovviamente l’host che si occupa di affitti brevi  dovrà utilizzare cartelli più caratteristici e messaggi informali. Il fulcro di tutto è: far arrivare il messaggio in maniera chiara.

Naturalmente apporre un cartello asettico su ogni interruttore, per ricordare agli ospiti di spegnere la luce, potrebbe risultare troppo fastidioso. Pertanto meglio usare cartelli simpatici, con frasi gentili e magari con personaggi stilizzati (come quelli dei cartoni animati per intenderci)

La capacità di trovare un proprio stile

L’Host deve cercare qualcosa che si rifaccia al suo stile o meglio deve trovare uno stile convincente che lo rispecchi appieno. Si potrebbe, ad esempio, trasformare un semplice messaggio in un gioco, con un cartello creato ad hoc: c’è una clessidra che sfida a fare una doccia prima che la sabbia finisca.

 

 

Per evitare inconvenienti che possano accadere con gli ospiti, scegli di affidarti a MyBnb . Offriamo un servizio per gestire ogni aspetto legato al tuo affitto:  ci occupiamo  della  gestione affitti turistici a Napoli fornendo assistenza continua al cliente, sia sotto l’aspetto pratico sia con un approccio consulenziale.