gestione case vacanze

Le interviste agli host – #1 Stefania

Ascoltiamo i consigli degli host di Airbnb per migliorare la gestione case vacanze e imparare ad ospitare responsabilmente e con successo!

Ciao Stefania! Vuoi raccontarci come mai hai deciso di diventare un host e quali sono gli aspetti positivi dell’attività? 

Ho deciso di diventare un host perché la mia famiglia possiede degli appartamenti in una zona di vacanza che noi non frequentiamo molto. Trovo che questa attività abbia due aspetti positivi fondamentali rispetto al tradizionale affitto a lungo termine: abbiamo sempre la possibilità di decidere di trascorrere del tempo nell’isola di Capri nei nostri appartamenti e i guadagni sono decisamente superiori.

Descrivi il tuo annuncio in tre parole.

Semplice, veritiero e diretto. (L’annuncio di Stefania su Airbnb è visibile qui!)

Come ti è venuto in mente di affittare online il tuo appartamento? 

Ho deciso di provare a guadagnare affittando casa online perché diversamente non sarei riuscita a mettermi in contatto con tanti ospiti che provengono da qualsiasi parte del mondo.

Qual è stata l’esperienza più insolita? 

L’esperienza più assurda lo ho avuta quando ho potuto ben sospettare che il mio appartamento fosse stato utilizzato come garçonnière. Purtroppo il sito tramite il quale la persona ha affittato il mio appartamento non dava la possibilità di lasciare una recensione.

Cosa consiglieresti a chi viaggia e deve scegliere un alloggio su Airbnb? Spiegaci quali, secondo te, sono i criteri a cui si deve prestare attenzione prima di prenotare.

Consiglio a tutti di leggere attentamente la descrizione che viene fornita dall’host, valutando bene quali sono i servizi che vengono offerti e la posizione dell’appartamento, tenendo bene a mente quali sono le proprie esigenze e che tipo di vacanza si vuol fare. Non sempre un alloggio in una zona centrale può lasciarci soddisfatti visto che sono sempre affollate e rumorose. 

Cosa pensi sia importante per rendere più piacevole l’esperienza dei tuoi ospiti? 

Durante la gestione case vacanze è importante ricordare che gli ospiti sono in vacanza, vogliono gentilezza, dedizione e precisione. Cerco sempre di avere un atteggiamento disponibile e ciò vuol dire dare indicazioni e informazioni sul luogo ed essere flessibile rispetto ai loro orari. È importante fare trovare la casa pronta, perfettamente pulita e accogliente: in una giornata calda, per esempio, può essere carino far trovare l’aria condizionata accesa, qualcosa di fresco da bere al loro arrivo.

Quali difficoltà hai riscontrato durante l’attività di gestione di una casa vacanze?

La difficoltà più grande della gestione di una casa vacanze è che il nostro sistema giuridico non presenta regole precise e dettagliate su come svolgere questa attività lavorativa, non è dotato dunque di persone e uffici professionalmente qualificati e competenti per accompagnarti nell’inizio e nello svolgimento di questa attività lavorativa. È tutto molto confuso e poco chiaro, con la conseguenza di tanto lavoro “a nero” e tante spiacevoli situazioni.

Altro aspetto negativo è che ospiti pretendono precisione senza darne, infatti non rispettano quasi mai gli orari del check-in che vengono indicati nelle informazioni generali. !uesto rende tutto molto più difficile, soprattutto chi come me ha deciso di affittare per brevi periodi case distanti dal luogo in cui vive. Inoltre molto spesso gli ospiti si aspettano servizi extra, anche se non indicati nella descrizione: ciò vuol dire che restano scontenti ingiustificatamente.

Consiglio, poi, di ricordarsi sempre di farsi lasciare una recensione su Airbnb. Sono fondamentali perché l’intero sistema di affitti per vacanza online si regge sulle recensioni fatte e ricevute, per cui tanto per iniziare vorrei chiedere agli ospiti per favore di farle sempre, perché dietro il loro soggiorno può esserci tanto lavoro, impegno, dedizione e c’è sempre qualcosa per cui migliorarsi. 

Host e ospiti devono essere sinceri ed obiettivi: solo così possiamo essere soddisfatti delle nostre vacanze!

Quali consigli hai per chi vuole cominciare ad affittare un appartamento con Airbnb? 

Consiglio soprattutto di essere onesti. È inutile cercare di mostrare l’appartamento o la casa per quello che non è. Gli ospiti si aspetteranno di trovare quello che hanno visto online, non case più piccole, più vecchie e malridotte, per le quali si investe solo nei fotografi e non nella manutenzione. 

Ancora una volta dico che per affittare un appartamento con Airbnb serve precisione e tanta flessibilità: si incontrano persone diverse, con differenti modi di fare e di vivere.  Può essere utile farsi aiutare da un’agenzia che si occupi di gestione case vacanze per la prima pubblicazione dell’annuncio: sembra facile ma non lo è perché ci sono molti dettagli che possono sfuggire e facilmente si possono commettere degli errori.

Sei anche una viaggiatrice? Quali sono i tuoi prossimi progetti di viaggio? 

Sono anche io una viaggiatrice e nei prossimi anni vorrei visitare il golfo del Messico

Quanto si guadagna veramente su Airbnb e da cosa dipendono le entrate? 

Le entrate chiaramente dipendono molto dal rapporto che si ha con le spese che questa attività richiede. Spesso non le prevediamo fin quando non siamo chiamati ad intervenire per risolvere guasti imprevisti, provvedere alle pulizie, al cambio della biancheria e soprattutto al pagamento delle tasse.