Come gestire una casa vacanze: consigli per non sbagliare nel 2021

Come gestire una casa vacanze

Ti stai chiedendo come gestire una casa vacanze? La domanda è semplice, ma richiede una risposta molto ampia e dettagliata.

Ogni giorno tante persone decidono di investire nello short rent. Cosa significa? Vuol dire che chi possiede una seconda casa o ha deciso di investire nel settore immobiliare, può mettere a reddito il suo immobile affittandolo per brevi periodi.

In un mercato che rischia di diventare particolarmente competitivo, non basta avere una casa in una località turistica particolarmente frequentata d’estate o di inverno. Prima di iniziare ad accogliere i propri ospiti, esistono una serie di adempimenti obbligatori da seguire e moduli da compilare se vuoi occuparti della gestione di una casa vacanze.

La prima distinzione da fare è quella tra casa vacanza imprenditoriale e casa vacanze non imprenditoriale, anche detta “locazione turistica”. Le prime, essendo strutture ricettive professionali, vanno incontro a più complessi obblighi amministrativi e burocratici. Puoi approfondire l’argomento e scoprire le differenze tra le due modalità di gestione casa vacanze nell’apposita guida che abbiamo scritto.
Se intendi gestire casa vacanze non imprenditoriali e, quindi, affittare il tuo spazio senza fornire servizi aggiuntivi, come per esempio la colazione e le pulizie giornaliere, continua a leggere per avere tutte le informazioni necessarie. 

Come aprire e gestire una casa vacanze: i consigli preliminari

Quando stai studiando come gestire una casa vacanze, il primo step consigliato, qualunque sia la forma che deciderai di dare alla tua attività, è rivolgerti allo Sportello Unico per le Attività Ricettive del tuo comune. Prendendo un appuntamento o telefonando, sarà possibile chiedere informazioni sulla normativa specifica e per capire se è necessario prendere una licenza per affitto casa vacanze.

Se dovessi decidere di operare secondo il regime della locazione turistica, il primo obbligo a cui sarai sottoposto è quello relativo alla scrittura di un contratto da sottoporre al tuo ospite. Il contratto deve contenere tutti i dati dell’ospite e del locatore (i tuoi!), quelli relativi alla casa e al periodo di locazione, che non può superare i 30 giorni. Il contratto non deve essere registrato, ma va stipulato anche da chi decide di gestire casa vacanze a distanza. In questo caso, conviene affidarsi a co-host professionisti che possano supportarti anche in questa specifica avventura.

Risarcimento danni casa vacanze

Risarcimento danni casa vacanze: regolamento e deposito cauzionale

All’arrivo degli ospiti, oltre a garantire loro una calda accoglienza degna di un ottimo host, prima di salutarli e consegnare le chiavi è bene sottoporgli un inventario e il regolamento casa vacanze che avrai debitamente preparato in anticipo. Si tratta di un segno di serietà e professionalità e servirà a sentirti più sicuro se temi che possano esserci dei danni. Fissare le regole della casa ci consente di evitare brutte sorprese. Soprattutto all’inizio della tua esperienza da host, quando ancora non sai bene come gestire una casa vacanze, può succedere che si verifichi qualche piccolo inconveniente. Ma, come si suol dire, “sbagliando si impara”. Lasciando una lista di regole ben visibile all’interno dell’alloggio, sarà possibile minimizzare i rischi.

Se la tua paura più grande è quella che l’ospite possa rovinare la vostra casa, è possibile stabilire un deposito cauzionale. In questo modo sarai più tranquillo e avrai la garanzia di poter trattenere o detrarre i fondi in caso di danni alla proprietà. La somma a deposito di garanzia conviene sempre regolarizzarla. Tranquillo: nella maggior parte dei casi il soggiorno si conclude regolarmente, senza problemi.

Regole affitto casa vacanze: il pagamento del soggiorno e la ricevuta

Una volta che hai ricevuto il pagamento del soggiorno ricordati di consegnare subito la ricevuta. Potrai anticiparla via mail o consegnare l’originale al momento del check-in. Secondo le regole affitto casa vacanze sarà necessario inserire tutti i dati della prenotazione e del cliente. Ricorda anche che la ricevuta per importi superiori a 77,47 deve contenere il bollo di 2 Euro, che è sempre a carico dell’ospite.

Questa procedura vale per ogni pagamento che riceverai, anche quando avvengono tramite bonifico o Paypal. Se usi un intermediario come Airbnb non hai bisogno di rilasciare una ricevuta.

come gestire una casa vacanze

Come gestire una casa vacanze al meglio: studia il tuo ospite

Così come gli ospiti passano in rassegna ogni singolo dettaglio del nostro annuncio per capire se scegliere la nostra casa o meno, anche gli host sono interessati a capire se le persone da ospitare sono affidabili e rispettose. Se sul profilo del tuo ospite risultano poche recensioni o magari nessuna cerca di porgli qualche domanda per conoscerlo meglio. Puoi fare delle semplici domande conoscitive tipo “Di dove siete?”, “Quante persone siete?”, “Quale è lo scopo del vostro viaggio?”, “Che età avete?”. Le risposte dell’ospite ti renderanno di sicuro la sua situazione un po’ più chiara.

Anche i “no” possono andar bene. Non è semplice rifiutare un ospite specialmente all’inizio. Ma se dobbiamo imparare come gestire casa vacanze, è bene ricordarsi che se c’è qualcosa che non ci convince abbiamo sempre la possibilità di rifiutare la prenotazione. Meglio un mancato guadagno o passare tutto il tempo del soggiorno a preoccuparsi di cosa sta combinando l’ospite nella nostra casa?

Casa vacanze come funziona la registrazione degli ospiti e tassa di soggiorno

Come proprietario di una casa vacanze, ricorda di dichiarare le generalità delle persone che ospiti alle autorità competenti! C’è un apposita procedura telematica da eseguire sul portale della Polizia di Stato, chiamato “Alloggiati Web“. Prima di continuare a chiederti come gestire una casa vacanze dovrai pensare a richiedere le credenziali di accesso (utente e password) alla Questura o al Commissariato di Polizia competente nella tua zona.

In determinate località, inoltre, è prevista la riscossione delle tasse di soggiorno. Come proprietario o gestore di casa vacanze, sarai tenuto a incassare il canone e versarlo alle casse del Comune. Il regolamento affitto casa vacanze in materia cambia di comune in comune. Quindi, prima di cominciare, accertati dell’esistenza e dell’ammontare dell’eventuale tassa di soggiorno!

Consigli e regole per affitto casa vacanze: le recensioni

Le recensioni sono importanti perché servono a creare la riprova sociale su cui basare la tua reputazione. Incideranno in maniera importante sull’andamento della tua casa vacanze nel corso del tempo. Ricorda sempre di incentivare l’ospite a lasciare una recensione: una carineria al suo arrivo o una serie di consigli spontanei su cosa fare durante il soggiorno possono aiutare.

In linea di massima, è consigliabile ricordare all’ospite di lasciarla, magari mandando un messaggio entro pochi giorni dal suo check-out. 

Attraverso la recensione abbiamo modo di conoscere di valutare l’impatto delle nostre azioni e correggerle di volta in volta. In questo modo possiamo ottimizzare la nostra forma di ospitalità. Se stai cercando di capire come gestire una casa vacanze non sottovalutare questo aspetto: analizzando i commenti e i feedback, possiamo capire cosa gli ospiti hanno maggiormente apprezzato o cosa possiamo migliorare. Leggendo con attenzione le recensioni che riceviamo ci permetterà di trovare nuovi consigli o suggerimenti per migliorare la nostra offerta.

Ora che hai le idee più chiare su come fare casa vacanze e su tutte le operazioni che sono necessarie per cominciare ad affittare il tuo appartamento, puoi cominciare!