Case vacanze, quanto si può guadagnare?

Vi siete mai chieste quanto rendono gli affitti brevi? Perché il proprietario di un appartamento dovrebbe scegliere di affittarlo a breve termine e non con un contratto tradizionale?  Di seguito tutta una serie di motivi che fanno di questo settore uno dei più redditizi nel mercato italiano.
Nel panorama mondiale  è oramai consolidata la formula della gestione affitti turistici.  Ciò non solo per avere una valida alternativa ai lunghi periodi  da mettere in conto per la vendita, in media 6 mesi, ma anche per guadagnare di più  avendo meno vincoli burocratici.

Le statistiche rilevano un mercato in crescita, in particolare il dato mondiale registra un +11%, stima in cui il L’Italia conquista uno dei primi posti.

I vantaggi economici degli affitti brevi

Sono molti i vantaggi della gestione affitti brevi, tuttavia vi  qualche inevitabile rischio. Il primo è di natura economica:

È stato recentemente stimato che su una casa vacanze sarebbe possibile possibile guadagnare fino al 50% in più rispetto ad un affitto tradizionale.

La stima è stata effettuata considerando i seguenti parametri:

  • un bilocale
  • in zona semicentrale in città
  • con un canone mensile di 1000 euro di affitto
  • vincolato ad una durata di affitto di 4 + 4 anni

È stato inoltre calcolato che per affittarlo in maniera tradizionale, il proprietario si rivolge a una agenzia (mediatore) spendendo circa 1.500 euro. La logica conseguenza è: a fine anno avrà un incasso di circa 10.000 euro.

Tuttavia lo stesso appartamento, sul mercato degli affitti brevi potrebbe avere incasso mensile di circa 2.000 euro. Il conto è presto fatto. Considerando circa 200 euro al mese di costi per utenze e spese di condominio, e altri 500 euro mensili per i costi di gestione, a fine anno lo stesso appartamento avrà generato per il proprietario oltre 15.000 euro.

Inoltre, grazie alla nuova normativa della cedolare secca, il regime fiscale per gli immobili affittati a breve termine è analogo a quelli affittati con contratti validi per più di un anno. Ciò annulla ogni tipo di svantaggio nei confronti di questa nuova soluzione.

I vantaggi generali degli affitti brevi

 

Ai vantaggi puramente economici ce ne sono però altri,  ma altrettanto importanti per la tranquillità del locatore:

  • Durata del contratto: gli affitti brevi in genere  vanno dai tre giorni a un massimo di un anno (rinnovabile). In  questo modo il proprietario si solleva dal rischio di un affitto tradizionale (4+4) e  da tutti gli impegni burocratici. Con l’affitto breve si può ottenere una rendita che supera in media il 10/15%  in più rispetto all’affitto tradizionale, con la possibilità di disporre del proprio appartamento quando lo si desidera.
  • Inquilino moroso addio: gli affitti brevi consentono inoltre maggiore sicurezza nella riscossione del canone, con l’abbattimento dei rischi normalmente legati ai tradizionali contratti di locazione: il pagamento è di solito anticipato e il contratto non prevede i classici vincoli previsti da un contratto a lungo termine.
  • Profilazione degli inquilini: affidandosi ad un servizio innovativo come quello erogato da MyBnb, ove la le esperienze pregresse di ogni inquilino sono tracciate, il proprietario ha la possibilità di sapere a chi sta affittando il suo immobile, evitando così di imbattersi in sorprese spiacevoli.
  • Nessun costo fisso e piena disponibilità dell’immobile quando lo si desidera: MyBnb non è un’agenzia e non ha un costo fisso. Le tariffe sono sempre modellate sulle esigenze del singolo cliente e vengono considerate delle percentuali. Si garantisce dunque la massima flessibilità per l’host nella gestione del suo immobile, consentendogli dunque di poter tornare in possesso del proprio appartamento su richiesta e in brevissimo tempo. Cosa che naturalmente non è possibile quando si tratta di affitti a lungo periodo.

Affida la gestione del tuo immobile a MyBnb:  professionisti del settore che hanno la missione di assicurare all’host il massimo guadagno possibile, e il compito di sgravarlo da ogni incombenza e preoccupazione.

 

Per maggiori informazioni contatta MyBnb e richiedi una consulenza professionale.