Appartamenti Airbnb: le spese per le pulizie

Quando si è proprietari di appartamenti Airbnb un compito da affrontare è quello della gestione delle spese di pulizia. Il team Airbnb, sul portale di riferimento, permette all’host di impostare i relativi addebiti agli ospiti per le spese di pulizia direttamente dal pannello di controllo, nel menù “Gestione annuncio“.

Il consiglio generale è di impostare le spese di pulizia al costo reale che si sostiene per farle, o farle fare. In questo modo si ha la possibilità di avere la certezza che le spese siano coperte anche se un ospite soggiorna per una sola notte.

È tuttavia necessario evitare di impostare un costo troppo alto, in quanto le spese di pulizia saranno spalmate sull’intero soggiorno degli ospiti.

E’ opportuno considerare, nella gestione appartamenti, alcuni esempi: sarebbe eccessivo addebitare 40 € per le pulizie ad un ospite che soggiorna per una sola notte (in questo caso le pulizie incideranno e di molto sul costo totale del soggiorno). Tuttavia, qualora l’ospite soggiornasse per 7 notti, le spese per le pulizie incideranno solo per circa 6 € al giorno.

Host che si occupano direttamente delle pulizie

Un host di appartamenti Airbnb potrà svolgere direttamente le pulizie nella sua struttura ricettiva.

Un ottimo sistema per addebitare il giusto costo delle spese di pulizia Airbnb è quello di fare una media del tempo che si impiega per pulire.

Una volta fatta la media, occorre moltiplicare per 7/10 €. Quindi, se si impiegano in media 3 ore per pulire un appartamento,  l’addebito per le spese di pulizia sarà di circa 30 €.

Naturalmente le cifre sono assolutamente generiche e cambiano anche in base ad altri fattori personali. Tuttavia, considerando le spese relative ai materiali (saponi, detersivi, ecc. ecc.), con un prezzo che va dai 7 ai 10 € all’ora l’host riuscirà ad ammortizzare i costi di gestione casa.

Host che affidano ad altri le pulizie

Qualora l’host affidi il servizio di pulizia a terzi, siano questi singole persone o ditte, conviene addebitare lo stesso identico costo agli ospiti. In questo modo, con affitti brevi, l’host sarà sempre certo di coprire interamente i costi di pulizia.

Naturalmente il servizio di pulizia varia molto in base al luogo e in base alla disponibilità di chi lo può svolgere. La regola è quindi quella di cercare di mantenere un prezzo base corretto.

Il consiglio è sempre lo stesso: non si deve cercare di guadagnare facendo margine sulle spese per le pulizia, ma si devono semplicemente girare questi costi agli ospiti.

I consigli per una buona gestione delle pulizie

Nella gestione appartamenti Airbnb, le spese di pulizie non sono un fattore determinante per la scelta di una proprietà. Tuttavia l’host deve stare attento a non rimetterci soldi, sia che l’sopite soggiorni per una sola notte  sia che per una settimana.

Una volta deciso quanto addebitare per le spese di pulizia Airbnb, il proprietario deve concentrarsi sul fattore chiave: ovvero il prezzo per notte.

Inoltre è importante capire che non si deve cercare di guadagnare facendo margine sulle spese per le pulizia, ma si devono semplicemente girare questi costi agli ospiti.

MyBnb ti fornirà tutti i consigli necessari per impostare un prezzo corretto in base alla concorrenza nella tua zona e quindi per guadagnare il massimo dal tuo annuncio.

Per maggiori informazioni contatta MyBnb e richiedi una consulenza professionale.